Bomboniere e confetti per il matrimonio

0
930
bomboniere e confetti

Bomboniere e confetti per il matrimonio di “La Bottega dei Sogni”

Le bomboniere e i confetti sono tra i simboli che caratterizzano il matrimonio. La bomboniera ha un duplice significato: da una parte è un ricordo, un simbolo della partecipazione al matrimonio, dall’altra è un modo per ringraziare gli invitati della loro presenza, dei loro doni e del loro affetto.

Oltre ad avere prodotti per ogni occasione, La Bottega dei Sogni propone bomboniere e confetti originali, particolari e sofisticate che renderanno il vostro matrimonio ancora più unico e prezioso.

Quanti confetti per una bomboniera?

Di norma la bomboniera è accompagnata da un sacchetto porta confetti, contenente un bigliettino con i nomi degli sposi, mai i cognomi.

Nel sacchetto va inserito un numero dispari di confetti, dispari perché sinonimo di indivisibilità come il matrimonio. Il numero di confetti presenti nel sacchetto è per tradizione e consuetudine 5, pari alle doti indispensabili di un buon matrimonio:

  • Salute
  • Felicità
  • Fertilità
  • Longevità
  • Ricchezza

La spesa delle bomboniere e dei confetti dovrebbe competere, secondo il galateo del matrimonio, alla famiglia della sposa. Sempre il galateo prevede che le bomboniere vengano inviate dalle famiglie dei due sposi una ventina di giorni dopo il matrimonio, mentre la coppia è in luna di miele.

Di solito, il modo più semplice per distribuire le bomboniere del matrimonio è al termine del ricevimento, dopo la torta nuziale: gli sposi camminano fianco a fianco nella sala del ricevimento, da tavolo a tavolo, e mentre il marito sostiene una cesta contenente tutte le bomboniere, la moglie le consegna ad una ad una, ringraziando gli ospiti per la loro presenza al banchetto.

Se invece sono piccole di dimensioni e il ricevimento prevede un pranzo o una cena seduti, le bomboniere del matrimonio possono essere poste accanto al piatto di ciascun ospite.

La tradizione vuole che i testimoni di nozze e i parenti ricevano una bomboniera particolare, più preziosa, che sarà consegnata di persona prima del matrimonio.

A tutti i conoscenti e colleghi di lavoro, che invece non avranno partecipato fisicamente alle nozze, è buona norma regalare comunque il sacchetto dei confetti, al ritorno dal viaggio di nozze.

Le origini dei confetti

Sin dall’antichità era consuetudine propiziatoria e di buon augurio che gli invitati portassero agli sposi mandorle, noci, tutti i tipi di frutta secca o piccoli dolciumi tipici dei loro luoghi.

I confetti iniziarono a diffondersi tra i nobili di corte solo dopo la scoperta delle Indie, a seguito della quale si cominciò ad importare lo zucchero, con cui farmacisti di corte iniziarono a rivestire le mandorle e a creare questi piccoli e famosissimi dolcetti. Contestualmente alla diffusione dei confetti, tra le classi più abbienti, cambiò anche l’abitudine di chi li donava: non più gli invitati agli sposi, ma questi stessi come regalo ai loro ospiti.

La letteratura francese del XIV secolo cita confetti al sapore di rosa, muschio e violetta. Si narra inoltre che fossero molto apprezzati da Napoleone, Luigi XIV e dalla regina Elisabetta.

Intorno al 1400 ogni ricevimento di gala doveva prevedere su ciascun tavolo ricche coppe contenenti confetti.

In Italia la fabbricazione dei confetti nacque a Sulmona nel XV secolo, in cui ancora oggi si può visitare il “Museo dell’arte e della tecnologia confettiera”.

Per accompagnare il vostro ricordo con un oggetto elegante e raffinato, scegliete gli articoli fatti a mano della Bottega dei Sogni, tutte realizzate con grande precisione e cura dei dettagli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here